Articolo in Categoria: Alimentazione , Slider

Intolleranza o allergia alimentare.

di Ciro Salzano | 2 giugno 02 fa

Allergia alimentare e intolleranze alimentari sono la stessa cosa? Assolutamente no!

In questo articolo cerchiamo di far luce su due condizioni cliniche molto diffuse sul nostro territorio e spesso confuse: allergie e intolleranze alimentari.
Seppur possano manifestarsi in modo simile (i più comuni sintomi gastro intestinali sono nausea, vomito, crampi, gonfiori addominali, flatulenza, diarrea) allergia ed intolleranza alimentare sono due fenomeni completamente diversi, sottesi da cause e fisiopatologia diverse tra loro.
Per allergia alimentare si intende una reazione esagerata del sistema immunitario, in seguito all’ingestione di uno specifico alimento (o di alcune sostanze contenuto in esso). Tale reazione si scatena in risposta al contatto con un antigene, o meglio con un allergene, che scatena nell’organismo una risposta immunitaria di difesa, perché percepito come estraneo (allo stesso livello di virus o batteri). Il primo contatto con l’allergene determina, nella maggior parte dei casi, la formazione di specifici anticorpi chiamati IgE. Questi anticorpi sono responsabili della risposta allergica dell’organismo al successivo contatto con l’allergene in questione, determinando liberazione massiva di istamina, la sostanza “principe” delle risposte allergiche.

L’intolleranza alimentare, invece, non prevede l’attivazione del sistema immunitario. Questa, difatti, è la reazione tossica dell’organismo all’eccessiva dose ingerita di un alimento.
L’intolleranza è, quindi, un fenomeno “dose dipendente”, a differenza della allergia, che si scatena anche per minime quantità ingerite (“dose indipendente”). Le intolleranze si dividono in “enzimatiche” e “farmacologiche”. Le intolleranze enzimatiche sono le più frequenti e si manifestano per il deficit, o la carenza, di un enzima atto a digerire l’alimento (ad esempio, la comunissima intolleranza al lattosio, che si manifesta per la carenza di lattasi, l’enzima deputato alla digestione del lattosio).

In virtù di quanto riportato sinora, qualora fossimo allergici ad un determinato alimento, è necessario eliminare completamente questo dalla nostra dieta; nel caso di una intolleranza, potremmo continuare ad assumerlo, ma a piccole dosi.

 

2746 letture

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *