Articolo in Categoria: Dimagrire

Perdere peso o perdere grasso?

di Renato D'Auria | 16 dicembre 16 fa

“Perdere peso e perdere grasso” spesso questi 2 termini vengono utilizzati come sinonimi…Bè non c’è niente di più sbagliato. A volte vedo persone che seguono diete prescritte dal proprio dietologo o nutrizionista che non hanno alcun fondamento scientifico se non quello di affamare i propri clienti i quali, si, perderanno molti chili ma ben poco grasso.
Ritengo che il miglior modo di perdere “grasso” -non ho detto peso- sia quello di abbinare una dieta lievemente iperproteica, con carboidrati a medio-basso indice glicemico e una buona quantità di grassi mono e polinsaturi (non demonizzate i saturi, anche loro hanno la lori importanza) ad un esercizio fisico costante, regolare e intenso quanto basta per stimolare da un lato la crescita muscolare e da un lato mantenere alto il metabolismo basale anche a riposo.
Faccio un piccolo esempio per chiarire il concetto. Ipotizziamo che Tizio guadagni 10.000 euro al mese (che rappresenta ipoteticamente anche la nostra quota calorica) e abbia nel suo garage una Ferrari (che nel nostro caso rappresenta il tessuto muscolare perché quest’ultimo necessita di molte calorie per rimanere nel nostro organismo) e una vecchia 500 (che nel nostro caso rappresenta il tessuto adiposo). Improvvisamente Tizio comincia a guadagnare molto ma molto di meno, per esempio 1000 euro al mese. Secondo voi Tizio in queste condizioni venderà la Ferrari(muscolo) o la vecchia 500(grasso)??? La risposta è semplice! Venderà la Ferrari perché non potrà più sostenere i costi necessari per la sua gestione.
E’ la stessa cosa che succede al nostro organismo. Quando tagliamo “troppo” le calorie il nostro corpo reagirà eliminando anche la tanto amata massa muscolare. Questo cosa comporterà? Semplicemente che saremo costretti a scendere sempre di più con le calorie per vedere quel “fuorviante” numeretto sulla bilancia scendere sempre di più.
Apro un altra piccola parentesi. Per “lievemente iperproteica” non intendo assolutamente fa rifermento a quelle diete che prevedono che circa il 50-60% delle calorie totali provenga dalla proteine. Anzi queste diete possono presentare delle insidie da non sottovalutare soprattutto se coloro che la seguono non sono soggetti sani.
In conclusione lasciate perdere le diete fai-da-te e quelle diete estremamente povere che non fanno alto che “addormentare” il vostro metabolismo e farvi cadere in un circolo vizioso, affidatevi ad un professionista del settore e programmate insieme i risultati nel breve e lungo periodo.

Renato D’Auria

390 letture

Un Commento

  1. Un credenza comune da sfatare è quella per cui sia possibile attaccare le masse grasse localizzate! Non è possibile dimagrire solamente in una zona del corpo, non importa quanti esercizi per addominali si facciano. Il corpo, se stimolato in maniera appropriata con una dieta ed un certo tipo di attività motoria attingerà ai grassi per ottenere energia, ma tenderà a prelevarli in maniera (non del tutto omogenea) da tutto il corpo.

Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *